La simulazione in Italia, nel 2011

La simulazione per la formazione del personale sanitario si sta diffondendo sempre più capillarmente nel nostro paese. Questo è quanto stiamo riscontrando ogni giorno dalle diverse iniziative che vengono realizzate in Italia.

In particolare, la maggior parte di queste iniziative sono legate all'ultimo simulatore avanzato realizzato dalla Laerdal, il SimMan 3G, a dimostrazione della sua maggiore semplicità rispetto al famoso predecessore, il Laerdal SimMan. Per dovere di cronaca, citiamo alcune di queste iniziative:

Senza dimenticare la recente nascita del Centro di Formazione "SimulUniversity", a Soverato (CZ),  per la formazione in simulazione del personale sanitario: http://www.simuluniversity.com

Infine, si è da poco concluso il corso per istruttori di simulazione a 14 anestesisti dell'AAROI/EMAC (Associazione Anestesisti Rianimatori Ospedalieri Italiani/Emergenza Area Critica), tenutosi presso la Croce Bianca di Bolzano. Il corso si è tenuto nella sede di Appiano, dove è stata ricostruita una sala operatoria con il rispettivo corredo medico. I partecipanti hanno simulato le diverse situazioni di emergenza che possono verificarsi durante un'operazione o un ricovero d'urgenza. Le simulazioni sono state riprese da diverse telecamere, così da poter essere riviste e commentate, permettendo un confronto sui punti difficili e problematici. Il corso è stato tenuto dal Dr. Marcus Raal, Direttore del Centro di Simulazione TuPASS di Tübingen (D). 

Ecco alcune immagini dell'evento di Appiano.

SM_WK_4 Ossevazione della simulazione in tempo reale dalla sala plenaria. 
SM_WK_1 Il SimMan Classic impiegato per le simulazioni.
SM_WK_2 Il SimMan Classic impiegato per le simulazioni.
SM_WK_3 Il SimMan Classic impiegato per le simulazioni.
SM_WK_5 La sala di simulazione.
corso_anestesisti_90971 I partecipanti al corso istruttori assieme ai membri della Croce Bianca e al Dr. Marcus Raal.