Manichini robot in sala operatoria per gli studenti di medicina e chirurgia

(Articolo tratto da "la Repubblica", Roma)

di VIOLA GIANNOLI

Una sala operatoria virtuale a disposizione degli studenti di Medicina e Chirurgia con un robot che simula in tutto e per tutto le condizioni di un paziente. Ha debuttato oggi all'ateneo di Tor Vergata il CeSiMet, Centro di simulazione medica e training, frutto della collaborazione tra la seconda università romana e la società Acaya. Un mini reparto altamente specializzato che permetterà ai futuri camici bianchi di esercitarsi mettendo in pratica le nozioni apprese durante le lezioni in classe.

"Si tratta del secondo esperimento in Italia, dopo quello nell'ateneo pubblico di Perugia  -  spiega il preside della facoltà di Medicina Giuseppe Novelli  -  e i vantaggi sono moltissimi. Anzitutto gli studenti, che per l'80 per cento apprendono applicandosi più che studiando sui libri, potranno svolgere un tirocinio senza dover intervenire su animali o su pazienti in carne ed ossa a cui non si può certo chiedere di avere un infarto o una crisi respiratoria".

Ma la differenza con una reale situazione d'emergenza è davvero ridotta. Tutto grazie a un simulatore come quelli utilizzati in aeronautica: il manichino è in grado di parlare, lamentarsi, respirare e, in caso di intervento fallito o di cure non adeguate, anche di morire. Salvo poi "risorgere" su richiesta. Gli studenti in gruppi di 4 o 5 alla volta potranno dunque operare chirurgicamente, intubarlo, praticare un angioplastica o un massaggio cardiaco, rianimarlo, effettuare visite ortopediche o urologiche e allenarsi a mettere i punti per suturare la pelle dopo una ferita, anch'essa virtuale.

Il resto della classe seguirà invece le operazioni in aula attraverso un monitor. E al termine dell'esercitazione ci sarà il verdetto: un computer collegato ai macchinari e il docente di turno analizzeranno tutte le fasi dell'operazione mostrando ed eventualmente correggendo gli errori.

"Si tratta di un Centro importantissimo per l'ateneo  -  ha commentato il rettore di Tor Vergata Renato Lauro  -  sia perché migliora l'offerta didattica unendo la teoria alla pratica, sia perché gli studenti ora avranno a disposizione supporti tecnologici che consentono di valutare il proprio lavoro rispondendo agli stimoli come fossero esseri umani. In questo periodo di magra per i conti degli atenei, questo investimento privato è una grande opportunità".

L'Acaya e l'ateneo rilasceranno anche i patentini dell'American Heart Association per la prevenzione e la cura delle emergenze cardiache e respiratorie.

 

 

(Foto dell'inaugurazione) 

Tor Vergata 1  SimMan Classic presso il CeSiMet.
Tor Vergata 2   SimMan Classic presso il CeSiMet.
Tor Vergata 3   SimMan Classic presso il CeSiMet.
Tor Vergata 4   SimMan Classic presso il CeSiMet.
Tor Vergata 5   SimMan Classic presso il CeSiMet.
Tor Vergata 6   SimMan Classic presso il CeSiMet.
Tor Vergata 7   SimMan Classic presso il CeSiMet.