Perché facciamo quello che facciamo

Inga-Britt and her father.

Figlia salva il padre

Inga-Britt (14) da Lesja in Norvegia reagì immediatamente quando il padre crollò lungo il tavolo da pranzo per un arresto cardiaco improvviso. Prima chiamò un'ambulanza. Poi ordinò a sua madre per eseguire CPR su suo padre.Inga-Britt aveva appena imparato le manovre salvataggio della RCP da un corso con Mini Anne RCP proposto a scuola - ed è riuscita ad applicare queste conoscenze in una situazione di vita reale che ha contribuito a salvare la vita di suo padre!

Inga-Britt ha davvero mostrato come la campagna "Progetto Scuola", attraverso l'uso di Mini Anne Self Direct RCP Learning Program, organizzato da The Norwegian Air Ambulance ha avuto un impatto sulla vita quotidiana. 

Kaitlin Forbes to the left.

Insegnante salva studentessa

Kaitlin (20) è viva oggi, perché quando ha subito un arresto cardiaco sul campo giochi di scuola, 5 anni fa, il suo insegnante, Ron Keefe, sapeva esattamente come rispondere all'emergenza che si era aperta davanti a lui. Un esempio da manuale a dimostrazione della Catena della Sopravvivenza in modo esplicito: ha incaricato un compagno di classe di chiamare la segreteria della scuola e chiamare subito il 911 e un altro compagno di classe di prendere il DAE, mentre lui ha iniziato la RCP su Kaitlin. A seguito di un ciclo di RCP e l'arrivo veloce della DAE - come ha osservato il di Ron successivamente: "Abbiamo eseguito i passi che ci hanno insegnato a fare - abbiamo applicato le placche su di lei, l'abbiamo scaricata e l'abbiamo riportata alla vita". Kaitlin è sopravvissuta perché il personale della sua scuola ha avuto la lungimiranza di prepararsi per una tale emergenza.

Per un triste scherzo del destino, la migliore amica di Kaitlin è morta di arresto cardiaco improvviso 14 mesi più tardi, all'età di 17 anni. La domanda aleggia ancora nella comunità - il suo destino avrebbe potuto essere diverso? Oggi, la comunità è attiva nella promozione della RCP e la consapevolezza dell'utilizzo del DAE. Kaitlin riassume questo impegno - "Penso che tutti dovrebbero conoscere la RCP. Si potrebbe pensare di non aver mai bisogno di imparare come usarlo, ma questo genere di cose capita tutti i giorni e quando meno te lo aspetti. "

mother_daughter

Madre salva la figlia

Dariela (22) è sopravvissuta perché la madre sapeva esattamente cosa fare quando l'ha trovata privo di sensi accanto alla lucidatrice, presso la bottega di famiglia. La macchina era ancora in funzione e la sciarpa di Daniela era stata catturata al suo interno. '' So che ogni secondo è importante'', dice Katica Dokic. Si rese conto che sua figlia non respirava, ma c'era ancora un polso debole. E' subito riuscita a liberare la gola di Dariela, strappandole la sciarpa, stendendo con cura la figlia lungo il pavimento, iniziando la respirazione bocca a bocca e le compressioni toraciche. In quel momento entrò un cliente  e Katica gli gridò di chiamare aiuto: ''Chiama! Chiama!''

''Un milione di pensieri si sono precipitati nella mia mente, ma sono riuscita a mantenere la calma fino a quando è arrivata l'ambulanza'', dice la madre, che aveva imparato la RCP a scuola, in Croazia, circa 30 anni prima. ENT specialist Magnus Fredheim sottolinea che ''con soffocamento è assolutamente fondamentale ripristinare il passaggio nelle vie aeree e fornire ossigeno il più rapidamente possibile.''

Grata per essere stata in grado di salvare la vita di sua figlia, Katica ora vorrebbe vedere che le manovre salvavita fossero integrate nel programma di studi per gli studenti a livello intermedio e globale, in quanto questi bambini sono proprio sull'orlo del l'età in cui molti di loro incontrano situazioni di incidente.Reproduced with kind permisson of Times Newspaper.

Madre salva il bambino

David (2) da Brighton, East Sussex fu salvato dalla madre Debra White quando sviluppò convulsioni e smise di respirare a undici mesi. La White aveva imparato le manovre di RCP ad un corso presso British Heart Foundation e tale la conoscenza ha salvato la vita del suo bambino.